Feed RSS

Come ricevere un preavviso di licenziamento e cercare di non uccidersi capitolo 1

Inserito il

I miei colleghi di lavoro mi dicono che sono una professionista del pessimismo, ed è vero: purtroppo, una vita passata a preoccuparmi mi ha messo un velo nero davanti agli occhi.

Ma credetemi ci provo ad essere ottimista….ci provo.

oggi ore 10 e 30 al telefono col mio capo:

“Capo, senta, vorrei dirle che ho 2,50 euro per mangiare, la macchina in riserva e il cellulare senza credito “(apocalittico ma vero purtroppo, senza stipendio dal 16 Agosto, ultimi risparmi usati per pagare l’assicurazione della macchina).

Mi ha risposto che avrebbe posto rimedio.

E’ arrivato, mi ha dato 100 euro facendomi notare che li ha prelevati dalla sua personale carta di credito, e poi è arrivata la mazzata:

“Comincia a cercarti un altro lavoro, non stiamo incassando nulla, non riesco a sostenere le spese, quando scade il tuo contratto, probabile che non possa rinnovartelo, purtroppo non posso tenere anche te.”

Subito dopo di me la mazzata è stata per l’altro mio giovane collega, non era una cosa strettamente connessa con me, e ciò che dice è vero.

Dopo una mezzora, quando il capo era già andato via le lacrime mi sono venute da sole e mi sono chiusa in bagno.

Per ora sinceramente vedo solo scenari apocalittici e non so da dove iniziare…mi mancano le forze. Spero di riuscire a riprendermi e non arrendermi perchè la stanchezza in questo istante supera ogni cosa. Stanchezza di dovere combattere una guerra per fare il mio mestiere, stanchezza per avere superato i 30 abbondantemente ed avere in mano nulla.

Qualcuno ci ha chiamato la generazione dei depressi. Forse è vero che lo siamo, ma forse la colpa non è tutta nostra, che dite?

Annunci

Informazioni su crabarrubia

non scriverò mai nulla di personale di me che possa far capire chi sono, perchè così potrò essere me stessa e scrivere di tutto, e accettare i commenti

»

  1. Va bene, hai ragione,
    se ti vuoi ammazzare.
    Vivere é un offesa
    che desta indignazione…
    Ma per ora rimanda…
    E’ solo un breve invito, rinvialo.

    Questa parvenza di vita
    ha reso antiquato il suicidio.
    Questa parvenza di vita, signore,
    non lo merita…
    solo una migliore.
    (Battiato)

    Inoltre… se il lavoro non c’è, inventiamocelo…
    Non ti conosco, non conosco il tuo potenziale, le tue competenze, esperienze, ambinzioni, sogni…
    Non credo che siamo una generazione di depressi: siamo fantasiosi e pronti a reagire, magari trasformando le nostre passioni in opportunità…

    Tanti auguri di una buona vita

    Rispondi
    • Grazie Leo, oggi mi ha sostenuto davvero avere il sostegno delle persone a cui ho raccontato e che mi dicevano che potrò andare avanti. Sentirsi dire che il tuo lavoro ha una scadenza è una cosa orribile che ti toglie la speranza, e mi fa piacere che qualcuno da molto lontano abbia raccolto il messaggio nella mia bottiglia. Io non so ancora che talenti ho, e non so se la mia fantasia può servire a qualcosa. Spero vivamente però, di trovare qualcosa in me, ci proverò. Grazie mille davvero delle parole e del tempo che hai speso per me senza neppure conoscermi, in un giorno come questo non hai neanche idea del valore che hanno.

      Rispondi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: