Feed RSS

Archivi tag: Ugo Cappellacci

Operazione Silvio

Inserito il

Immagine

Oggi ci infiltriamo nella presentazione della campagna elettorale di Ugo, guest star Silvio Berlusconi.

Perché lo facciamo? Nessun salto della quaglia, semplicemente siamo sadici e vogliamo ridere e vedere dove può arrivare l’umana follia. Chiamarci scienziati é troppo, ma diciamo osservatori della natura umana, e personalmente studio l’elettore berlusconiano dal 1994, trovandolo un fenomeno sociologico estremamente interessante.

Come vestirsi per infiltrarsi a vedere Silvio? Tacco 12? Ne avevo un paio ma li ho regalati, spacco ? Anche no.

Porterei il mio cane ma si vede subito chi è cani de punkabbestia…..Dudu’ come tutte le creature di Silvio è un organismo geneticamente modificato per attrarre le masse adoranti, scommetto che fa la pupù ‘rosa.

Arriviamo alle ore 10 e 30 in piazza Paolo Soddu fondatore della fiera, e iniziamo a sentire inni di Forza Italia…Incrociamo una famiglia con due bambini piccoli. Penso che in questi casi la dottrina vada trasmessa quando uno è ancora piccolo e ha il cervello plasmabile.

I parcheggi sono pieni, inoltre l’ambiente pullula di agenti di polizia e di carabinieri, di agenti della Digos riconoscibilissimi, ma soprattutto è pieno di body guards, evidentemente Silvio non si fida delle forze dell’ ‘ordine.

Entriamo e prendiamo posto dietro, defilati. Ore 10 e 46

Una voce registrata dice: “é bello essere tutti insieme per fare vincere la Sardegna”

Stimo la sala in 400 mq. Eravamo 2000 al massimo, non credete a chi dice 3000 o 4000 perché è matematicamente impossibile.

Dovrebbe essere l’inizio della campagna elettorale di Ugo, ma quello che spicca è spiccherà è il logo di forza Italia.

Ugo questa volta scheda ha scelto un simbolo tristissimo: una sorta di cartello stradale con uno slogan che non ricorderà nemmeno lui.

Arriviamo contemporaneamente a Piergiorgio M. che si fa fotografare mentre scambia baci e abbracci.

È pieno di telecamere. Ne conto almeno 10 esclusi i cameramen in piedi. Non per niente è pieno proprietario di 3 televisioni e di 3/4 del paese.

Faccio una passeggiata nella sala. Le prime 4 file sono occupate dai politici di forza ltalia (Mariano, Emilio, Settimo,Piergiorgio, Salvatore, Carmelo ecc…), e poi attivisti con la maglietta di forza italia : i body guards fanno sbarramento ci dicono che non è nemmeno possibile avvicinarsi: retrocedere.

Sono tutti grandi, massicci, vestiti di nero con l’auricolare.

Analogamente è pieno di hostess: ovviamente bellissime, sembrano modelle.

Ma anche le donne che mi circondano sono trassatissime…..è il festival del labbro a canotto.

L’inno di forza Italia ci coccola come una ninna nanna mentre attendiamo Silvio.

É tutto uno stringere di mani, baci e abbracci e riconosco il saluto massonico più di una volta.

Una voce registrata ogni tanto ci dice:

“SIAMO LA SARDEGNA DELL ‘UGUAGLIANZA”

“LA SARDEGNA DELLA SOLIDARIETÀ”

“SIAMO LA SARDEGNA DEGLI ANTICHI SAPERI”

Sono già le 10 e46 e di Silvio e Ugo nemmeno l’ombra..

Inizia filmino di 30 minuti per esaltarci ancora di più così quando Silvio arriva gli facciamo una standing ovation che neanche al papa quando è venuto a Cagliari.

Sono i migliori momenti di Silvio dal 1994 fino ad oggi, dalla sua “discesa in campo”.

  • Silvio che giuria sulla costituzione.
  • Silvio con i bambini che gli spiega cosa è la libertà.
  • Silvio con George Bush
  • Silvio con tutti i capi di stato
  • Silvio che fa le battute ( non sporche)
  • Silvio col papa
  • Silvio in un giardino che spiega che i fiori che vediamo sono rododendri e camelie (musica romantica in sottofondo)……applausi…..
  • Intanto sono le 11e10 e mi sue seghendi is …….
  • Il filmino continua….Silvio che dice che deve difendere democrazia e libertà sempre più sotto attacco, Silvio che dice che la formula é meno tasse più competitività….
  • Silvio con Apicella che canta jamme jamme ….
  • Azzurra la nave di forza ltalia…..
  • Poi l’intervista alla mamma di Silvio che dice” gli abbiamo chiesto, perché lo fai, é un compito durissimo” “mamma sento questo dovere verso gli italiani”
  • Poi sottofondo commovente e Silvio che dice CHE UN INSOSTENIBILE SENSO DI RESPONSABILITÀ CHE HA SENTITO DENTRO LO HA SPINTO VERSO LA POLITICA, E LO RIFAREBBE NONOSTANTE TUTTA LA SOFFERENZA SUBITA
  • Infine il famoso PATTO CON GLI ITALIANI

1)Abbattimento della pressione fiscale

2)Dimezzamento del tasso di disoccupazione

3)Apertura del cantiere del programma decennale delle grandi opere pubbliche (leggi ponte sullo stretto)

4)Aumento delle pensioni minime

5)Abbassamento del tasso di criminalità

A questo punto sono le11 e 45, mi sono letteralmente rotta le palle del filmino e mi metto a giocare ad angry birds.

Finisce la proiezione e Salvatore C. Sale sul palco con Settimo N., Emilio F., Pietro P.,Mariano D., Carmelo P.

Dicono “la crisi si è sentita meno con Ugo in questi anni di governo”

“lasciamo i sogni alle scrittrici e le formule ai professori universitari”

Sale un giovane del coordinamento giovani di forza Italia e anche lui fa l’elogio di Silvio.

Pietro P. Ci dice addirittura facciamo una prova generale di coro per quando arriva il presidente “SILVIO-SILVIO-SILVIO…..”

Ci dicono che Silvio è un grande amico della Sardegna che ha sempre avuto la Sardegna nel cuore, che è subito corso da noi quando c’erano problemi.

Ringraziano le donne presenti, non è vero che Silvio è sessista e loro ne sono la dimostrazione.

Ma la frase che mi è piaciuta di più è L’ETICA IN POLITICA NON È L’ONESTÀ! MA È LA RESPONSABILITÀ! COME QUELLA CHE HA DIMOSTRATO UGO IN QUESTI ANNI DI GOVERNO.

Parlano Emilio e Mariano che dicono che tra loro è nata una grande amicizia e che Cagliari è la dimostrazione dei disastri che compie la sinistra che sa fare solo piste ciclabili. Concludono con un ci riprenderemo CHIAGLIARI !!!!!!!  qualcuno vicino  a me urla VOGLIAMO LO STADIOOOOO!!!!

Salvatore dice che Emilio e Mariano sono il cuore di Cagliari e che la sinistra sta distruggendo tutto quello che loro hanno fatto.

Carmelo dice che la sinistra è così inetta che perde anche ai rigori e queste elezioni le vincerà Ugo.

Parla infine Piergiorgio che spiega di essere stato defenestrato perché non aveva i titoli, e l’unico titolo che gli mancava era la tessera del pd.

Fedele dice di essere umile servitore della sua terra e che il motivo del vantaggio di Ugo, non è Ugo ma il gruppo, e parla dei traditori di Silvio. Ci vuole. Onore e gratitudine per Silvio per quello che ha fatto per la Sardegna.

Finalmente Silvio arriva: tutti si alzano in piedi, applausi e svolazzi di bandiere, compresa quella della zona franca. Il mio compagno non si trattiene e dice” Emilio Lussu aressi furriendisi in sa tumba…chi du sciada chi deppiada cumbatti nel Carso Po custusu 4 barabbasa …..”

Silvio inizia lo show:

Franco cappellacci mi chiama tutti i giorni…..ma sapete perché lo chiamo franco???? Mi sta ammazzando con la storia della zona franca

APPLAUSI

Il filmino durava 30 minuti ne sarebbe potuto durare 20 ma ho detto al regista non tagliare quella tipa carina in seconda fila

APPLAUSI

terza battuta un amico che ha rinunciato ad uno stipendione da mediaset per amor suo, per seguirlo dappertutto, ma non siamo

APPLAUSI

chiederò alle ragazze di forza Silvio di venire a mettermi le mani sul viso per dimostrare che non ho 90 anni

APPLAUSI

fino ad ora il povero Ugo non se l’ha filato nessuno, finalmente parla emozionato come 5 anni fa dice lui….

A ed MB infiltrati….si funti arrosciusu e gettano la spugna….vanno a vedere la nuova passeggiata molo ichnusa -su siccu che la sinistra delle piste ciclabili ha fatto, e a mangiare i ricci sempre nel mercato dei ricci che la sinistra delle piste ciclabili ha fatto, perché il sole splende a Cagliari.

CONSIDERAZIONI

Scusate il misto di sardo e italiano che tanto ci piace….noi siamo sardi, parliamo sardo e italiano e ma scuola vorremmo imparare inglese…sapete il sardo lo conosciamo, l’italiano pure,l’inglese ci servirebbe, ma se qualche parola non la capite chiediamo scusa in anticipo.

Ho capito da ore che siamo qui per osannare Silvio, non per la campagna elettorale, e Ugo non se lo fila nessuno, è un incidente di passaggio. L’elettore silviesco applaudirebbe e sorriderebbe anche se Silvio parlasse marziano, perché vuole un leader, che sorrida e faccia le battute, in qualunque lingua.

La parola più pronunciata da Silvio, ma proprio continuamente, é libertà…..dalla buiosa (galera) ne avrebbe poca e così ci pensa….poveraccio….

E Tutti gli altri problemi? Perché esistono altri problemi?

Ugo, sesi unu casinu e neanche ti rispetto, politicamente parlando, ma mi hai fatto pena come un cane preso a calci.

Annunci